allevatori valdostani

"Senza aiuti si rischia l'abbandono degli alpeggi. E' la fine del mondo agricolo"

Un litro di latte viene pagato 50 centesimi. La sua produzione costa 70 centesimi. Gli allevatori tendono a trasformarlo in autonomia. "Questo, però, - dice l'agronoma Paola Flamini - porta ad un crollo dei caseifici cooperativi e alla fine del sistema". Secondo i dati Arev, i bovini di razza sono passati da 36.267 del 2007, a 32.974 del 2017 e il numero degli allevamenti registra una consistente diminuzione: da 1.269 a 982

AOSTA. L'allarme lanciato dagli allevatori valdostani non ha precedenti: "Se non arrivano gli aiuti comunitari muore il sistema di allevamento valdostano che contribuisce a salvaguardare il territorio". Jean Paul Chadel, presidente dell'Arev, l'Association Régionale Eléveurs Valdo^tains a cui aderiscono 982 allevatori, ricorda come il sostegno economico rappresenti il 30 per cento delle entrate.
"Ad oggi - sottolinea - sono arrivati 10 dei 136 milioni di euro previsti dalla programmazione 2015/2020. Varie aziende - continua - non ricevono fondi dal 2009". Parla di una situazione disperata: "In assenza di contributi economici l'allevamento verrebbe concentrato in pianura con l'abbandono degli alpeggi e, di conseguenza, con la sparizione delle razze meno produttive". Sottolinea il ruolo degli allevamenti "collegato al territorio e, quindi, al turismo 'fiore all'occhiello' della Valle d'Aosta". Richiama l'attenzione sull'intervento del Difensore civico "Ben venga"; sul tribunale e anche sulle manifestazioni di piazza.
"Siamo in rosso - tuona -, ma i fornitori credono che si continui a ricevere aiuti". Contesta e respinge i "proclami dei politici sui pagamenti". E' un fiume in piena Jean Paul Chadel: "Stiamo in piedi perchè qualcuno ci sostiene". Si infervora sul sistema di allevamento valdostano: "Se lo si mette in discussione, lo si deve fare anche per tutti gli stipendi che giustifica". Rincara: "La macchina non funziona. Gli uffici di Area Vda non riescono a comunicare con quelli nazionali. Eppure questi lavoratori continuano ad essere stipendiati per quello che fanno", l'affondo del presidente degli allevatori valdostani.

s.l.

Categoria: