incidente montagna

Investito da un blocco di ghiaccio, alle cascate di Lillaz. Uno scalatore precipita per dieci metri. E' ricoverato al 'Parini'.

Dalla conca di Lillaz si accede al 'mondo' dell'arrampicata su ghiaccio. Le cascate, conosciute dagli appassionati del settore di tutto il mondo, hanno una lunghezza di 250 metri, arrivano ad una quota di 1.650 e la loro difficoltà oscilla tra 1/2 a più 1/4 in base all'itinerario scelto.

COGNE. Un uomo di 43 anni, di probabile nazionalità francese, è precipitato mentre stava scalando le cascate di ghiaccio, a Lillaz, di Cogne. Ha fatto un volo di una decina di metri. E' stato soccorso in pochi minuti e trasportato con l'elicottero del 118 al Pronto Soccorso dell'ospedale 'Parini', di Aosta.
Questa la dinamica. L'uomo era il primo della cordata ed è stato colpito da un blocco che si è staccato, facendolo precipitare fino alla base della cascata. Sul posto sono intervenute le guide alpine, tecnici del soccorso e il medico. Le operazioni di recupero, che si sono concluse in tempi brevi, sono state ostacolate dalle avverse condizioni meteo (a Cogne sta nevicando in maniera abbondante) e dalla sc arsa visibilità.
Non è il primo incidente su questa parete ghiacciata. Due anni fa, un riminese di 35 anni è caduto da venti metri riportando vari e gravi traumi. Le guide alpine continuano a raccomandare di non avventurarsi in arrampicate sul ghiaccio quando le temperature sono troppo elevate per scalare in sicurezza .

s.l.

Categoria: