cofruits st.pierre

Spopola la carne valdostana in vendita nella macelleria della Cofruits. La genuinità all'origine della 'catena' alimentare garantisce il successo

E' sempre più ricercata la qualità dei prodotti. L'imperversare di conservanti e additivi chimici, con tutte le conseguenze sulla salute, sta indirizzando i consumatori in una scelta mirata: cibi con tracciabilità e descrizione delle sostanze dettagliate in etichetta. La stragrande maggioranza dei cittadini è, ormai, propenso a modificare le abitudini alimentari, preferendo risparmiare su altri prodotti, non sul cibo. Un costo maggiore è, in elevata percentuale, sinonimo di garanzia qualitativa.

SAINT PIERRE. Inaugurata senza eccessivo clamore il 16 dicembre 2017, oggi il presidente della Cofruits Renzo Bionaz ne decreta il successo. La macelleria aperta all’interno della Cooperativa, di Saint Pierre, sta riscuotendo un consenso “che va oltre le più ottimistiche previsioni – dice Bionaz -. I residenti, e non solo, sono entusiasti di acquistare carne valdostana, macellata da esperti del mestiere e trattata con le tecniche d’antan”.
Della serie: salvaguardare la tradizione veicolata, nel tempo, da chi di carne e di bestiame se ne intendeva. “Ci consideriamo molto fortunati di aver assunto macellai di alta professionalità – sottolinea Renzo Bionaz -. La famiglia Ducourtil, proprietaria di una cascina, a Saint Marcel, ha sempre lavorato in questo settore e, per questo, è garanzia di esperienza e qualità del prodotto”.
Carne e insaccati tipici della Valle troneggiano nelle vetrine: dai classici ‘boudin’, alle salsicce di vario genere, ma sempre lavorati in maniera artigianale. E’ bene ricordare come anche le mucche vengano alimentate con il fieno dei prati della cascina di Saint Marcel, all’insegna del ‘tutto natura’.
La struttura commerciale allestita nell’area della Cooperativa adibita, in passato, a saletta di lavorazione, accoglie, ogni giorno, una clientela proveniente da vari Comuni della Valle. Il vero ‘boom’ si è registrato nel periodo natalizio con i numerosi villeggianti arrivati in Valle per le vacanze sui campi di sci.
“La quantità dei loro acquisti ha confermato la validità del prodotto – rilancia il presidente della Cofruits -. Abbiamo verificato come molti clienti, una volta assaggiata la carne valdostana, siano ritornati, amplificando la scelta.”.
Il ‘passa parola’ ha fatto il resto. La macelleria della Cooperativa di Saint Pierre sta imponendosi sul mercato regionale quale punto di forza di un commercio difficile e delicato quale è la vendita della carne.
Il riscontro positivo sta alimentando la creatività dei dirigenti della Cofruits. E il presidente non esita ad accennare ad una “prossima iniziativa da realizzare nel capoluogo regionale”. Non si sbilancia oltre. Ma c’è da credere che la realtà supererà l’immaginazione.

Sandra Lucchini

Categoria: