capodanno 2017 pubbliredazionale

Brindisi sotto le stelle in una piazza Chanoux in 'abito da sera'.

'L'Orage',gruppo costituito, nel 2009, dalla collaborazione tra il cantautore Alberto Visconti e i fratelli Rémy e Vincent Boniface vanta prestigiosi riconoscimenti nazionali: a Musicultura 2012, il più importante evento del genere canzone d'autore in Italia, ha vinto il primo premio assoluto, la targa della critica e il premio per la Migliore Musica con la canzone "Queste Ferite sono Verdi'.ù Philippe Milleret, il 'campagnar', ha pubblicato, nel 2009, il primo Album: 'L'Istouère di campagnar è le tèn de sa viya'. Nove brani inediti folk, country e blues in patois. Il secondo album 'Movida', nel 2012. Il terzo dedicato alla 'Dzenta vallaye'. Nel 2013, ha fondato l'Associazione Culturale 'Patouè eun Mezeucca' con l'obiettivo di riunire cantautori patoisan sotto un'unica bandiera. Milleret è stato ospite, per tre volte, all'Aosta Sound Festival, nel 2013.

AOSTA. E’ un calice spumeggiante tutto ‘chez nous’ quello che darà l’addio al 2017 e saluterà il nuovo anno. Un benvenuto al 2018 nel cuore della città capoluogo: piazza Chanoux, palcoscenico ideale per accogliere la ‘festa delle feste’, il Capodanno, clou di una kermesse che la Valle d’Aosta intende valorizzare, offrendo il meglio del suo repertorio.
Omaggi, quindi, al ‘neonato’ con la musica delle grandi occasioni, proposta da un doppio concerto di due delle formazioni più apprezzate dai valdostani, e non solo: ‘L’Orage’ e Philippe Milleret e la sua band.
Trascorrere il Capodanno in Valle d’Aosta garantisce una notte indimenticabile, una festa superlativa, una compagnia d’eccezione. Sarà un piacere lasciarsi coinvolgere e travolgere dalle note scatenate e sontuose dei musicisti. Ballare, unendo la propria voce ai ritmi scanditi dagli strumenti, contribuirà ad alimentare quel clima di ‘fine anno a tuttotondo’ ricercato dai partecipanti.
Non è un caso che gli organizzatori, l’Amministrazione regionale per tramite dell’Assessorato dell’Istruzione e Cultura e della Presidenza della Regione e il Comune di Aosta, hanno dedicato la massima attenzione ai dettagli.
Una sana baldoria a 360 gradi, ma in un’allegria improntata alla sicurezza. Un divertimento studiato per esaudire le aspettative di residenti e villeggianti di tutte le età, estrazioni sociali, nazionalità.
Emily Rini assessore dell’Istruzione e Cultura focalizza il binomio “Modernità e tradizione. Abbiamo voluto abbinare questi due elementi – dice – per offrire al pubblico valdostano un momento di festa originale, culturale e legata alle radici del nostro territorio. Crediamo – sottolinea – che l’accostamento Orage-Milleret sia l’espressione dell’evoluzione artistica dei nostri giovani. E siamo sicuri che la loro musica saprà coinvolgere tutti coloro che sceglieranno di essere in piazza ad Aosta, aspettando l’anno nuovo’.
La nostra piazza, ritenuta fra ‘le più belle d’Italia’, dagli urbanisti. Una ‘agorà’ che permette al capoluogo regionale di sfoggiare ogni tipologia di iniziativa, allineandola alle circostanze. Rappresenta una sorta di teatro a cielo aperto su cui è possibile alzare e calare il sipario, in conformità alle esigenze.
L’aspetto spettacolare e culturale viene esaltato anche dal presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta Laurent Viérin: “Con l’intenzione di lanciare, durante il periodo natalizio, iniziative sul territorio che possano essere da volano per l’immagine e per l’economia della Valle d’Aosta, abbiamo voluto promuovere, come Regione, momenti di spettacolo e cultura, in diverse località. Tra questi, un evento ad Aosta per dare spazio agli artisti valdostani accanto ai tanti momenti organizzati in Valle d’Aosta”. Viérin puntualizza l’obiettivo: “Differenziare l’offerta, nei contenuti come per il Capodanno al Forte di Bard e gli eventi natalizi a Chatillon e Saint Vincent”.
Merita un accenno particolare la notte di San Silvestro promossa nei saloni del maestoso Forte, maniero di superba bellezza. Gli ospiti saranno accolti con un aperitivo di ‘bienvenus’ a cui seguiranno la visita alle mostre ‘Da Raffaello a Balla’ ‘Press Photo 2017, il tradizionale cenone e il concerto del ‘The Quartetto Euphoria’.
E, per chi volesse assaporare il fascino della cittadina termale avrà l’opportunità di unirsi al Capodanno allestito, dall’amministrazione comunale di Saint Vincent, nella piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, elegante angolo nel centro della ‘Riviera delle Alpi’, nella via Chanoux, la ‘rue’ del passeggio e dello shopping.
Antonella Marcoz, vice sindaco di Aosta, riporta l’attenzione sulla festa cittadina: “Sarà una notte da ricordare con grande piacere – ribadisce – perché grazie al sodalizio con l’Amministrazione Regionale, il Capodanno in piazza vedrà la presenza di artisti di livello e molto apprezzati dal pubblico non solo valdostano. Il mio augurio è che tutti possano vivere la festa in allegria, animando la città, ma senza eccessi e comportamenti pericolosi”. In proposito, tiene ad esternare un ringraziamento particolare “a tutti coloro che hanno lavorato e lavoreranno – dice – per rendere divertente, spensierata, ma anche sicura, la notte di Capodanno”. Sottolinea, in primis, “le Forze dell’Ordine, la Questura e gli Agenti della Digos”.
Capodanno, la notte magica, trasgressiva, che segna i ‘confini’ tra passato e futuro. Una notte in cui esibire un look sfizioso anche in una piazza e nel pieno dell’inverno. I guru della moda 2017 tentano le ‘ladies’ con pizzi, graffette dorate e accessori vistosi. Stilisti che suggeriscono a giovani e più attempati ‘Lui’ camice rigate in cotone stropicciato da indossare sui jeans, ma anche, e senza troppi problemi, su giacche importanti.

Categoria: