discesa mandrie

Arriva la Désarpa! Grande festa per bambini e adulti, domani e domenica, in cinque Comuni della 'Vallée'.

La discesa delle mandrie dagli alpeggi della Valle d'Aosta rappresenta, da secoli, un momento di grande convivialità per residenti e allevatori. Il ritorno a valle dopo l'estate trascorsa nei pascoli di alta montagna è motivo di allegria, soddisfazione e degustazione delle prelibatezze casearie valdostane. Fra queste, primeggia la fontina, 'reine' dei formaggi regionali.

AOSTA. Un fine settimana allietato dalla Dèsarpa in cinque Comuni della Valle: Cogne, Gressan, Saint Nicolas, Avise e Valtournenche.

Domani e domenica, a Cogne, nella Devétéya sfilerà il bestiame e i presenti potranno degustare piatti tipici nei ristoranti della zona.

Saint Nicolas e Avise accoglieranno, domani, a partire dalle ore 9.00, la discesa delle mandrie dagli alpeggi di Vertosan, proponendo la loro ‘sfilata’ a Vens e Vedun. Nel pomeriggio, il centro di Saint Nicolas sarà animato dall’allestimento di un mercatino di prodotti tipici, punti ristoro organizzati dalla Pro Loco, musica e, alle 20,30, la convivialità con i ‘Souper d’alpage avec les arpians’.

Animazione a 360 gradi, domani, a Valtournenche, nella via centrale. La discesa delle Reines sarà accompagnata da spettacoli musicali, corali, gruppi folcloristici ed etnografici, guide alpine e maestri di sci. E, per i bambini, laboratori e attività per conoscere la cultura agricola valdostana. Non mancheranno i tipici angoli ristoro con mènu a tema e prodotti tipici.

La Désarpa si chiuderà a Gressan, domenica, con un felice abbinamento: la discesa del bestiame dagli alpeggi di Pila alla festa delle mele che, quest’anno, compie 35 anni. Grande festa nelle vie del borgo, con vendita del prelibato frutto autunnale, mercatino dell’artigianato, musica e animazione per bambini.

“La Désarpa fa parte della nostra tradizione rurale – dichiara l’assessore all’Agricoltura e risorse naturali Laurent Viérin -. Un simbolo di una Valle d’Aosta autentica e legata alle nostre eccellenze. Siamo convinti che la valorizzazione di una regione alpina come la nostra non possa prescindere dallo stretto legame esistente tra la storia locale, tradizioni e mondo agricolo”.

s.l.

Categoria: