chamois

Musica 'Diversa', ma presentata con grande 'Abilità: il fine settimana proposto a Chamois.

Ritorna la terza edizione di 'MusicAbilmente' nel suggestivo Comune di Chamois. La storica piazza diventerà il 'palcoscenico' ideale per accogliere gruppi musicali formati da ragazzi con disabilità e normodotati. Nutrito il programma delle esibizioni. Una 'full immersion' di due giorni nella musica, vero e proprio linguaggio mondiale.

CHAMOIS. ‘MusicAbilmente’ ed è subito grande festa nella spettacolare cornice di Chamois, il paese ai piedi della Grande Becca.
Domani e domenica residenti e turisti potranno assistere ad uno spettacolo di grande ‘glamour’, dove musicisti disabili, normodotati e gruppi teatrali proporranno il meglio dei loro repertori durante i concerti in piazza.
In questa terza edizione del festival l’arte musicale si fonda con uno spettacolo a tutto tondo e offre l’occasione di vivere le proprie esperienze con intensità. Non solo ai protagonisti, ma anche ai loro educatori e docenti. Un’opportunità di confronto sui risultati acquisiti. Realtà a confronto sulle metodologie applicate per consentire ai ragazzi con problematica di varia natura non solo di superarle, ma di la loro abilità conquistata.
‘MusicAbilmente’ è stato organizzato dall’Associazione ‘Insieme a Chamois-Enzemblo a Tzamouè’, con il sostegno del Consiglio regionale della Valle d’Aosta, dell’Assessorato regionale alla Sanità Salute e Politiche Sociali. Del Consorzio del Bacino Imbrifero Montano, del Comune e della Pro Loco di Chamois.
Il pubblico assisterà, per il terzo anno consecutivo, ad una esibizione significativa, oltre che di grande professionalità. Sarà una ‘due giorni’ di musica senza sosta e di coinvolgimento in un contesto intenso, affascinante, anche se molto delicato. Un contesto che, sovente, si considera in termini marginali, approssimativi.
In questa edizione arriveranno gruppi musicali dall’Emilia Romagna, Lazio, Piemonte e Valle d’Aosta; ognuno dimostrerà le proprie peculiarità artistiche, la loro spensieratezza e il loro desiderio di competere, di dimostrare le loro notevoli potenzialità. Una prova di fronte ad un pubblico, a volte, molto esigente. Prove di quanto le emozioni possano diventare un felice trait-d’union per una mirabile aggregazione.
Domani, alle 1\5, nella piazza di Chamois, paese incantevole dal punto di vista paesaggistico e ambientale, prenderanno la s cena i gruppi ‘Taxi Orchestra’ in compagnia di ‘El Conjunto Sfom’, di Aosta. Alle 16, sarà la volta di ’Smash all’, di Torino e alle 21, all’Hotel Bellevue, è in programma una Jam session.
Domenica 18, nella sala polivalente, alle 10,30, musicisti ed educatori saranno impegnati in una tavola rotonda.
Ritorno in piazza, nel pomeriggio alle 15, con i concerti di ‘L’uluLele, di Roma, e alle 16, dei ’Delfini, con i ’Bermuda acoustic trio', provenienti da Modena. Allo spettacolo assisterà anche l l’Associazione ‘Insieme’ onlus, di Pont Saint Martin, che presenterà il libro ‘Con un po’ di fantasia...’
Il richiamo della manifestazione verrà trasmesso in diretta web radio a cura de ‘Ikasellanti’, di Radio Ohm, redazione costituita da adulti disabili ed educatori professionali, di Chieri (Torino). Saranno ancora i ragazzi della Fondazione Sistema Ollignan ad assicurare la collaborazione logistica.
Per il proprietario dell’Ostello Rifugio ‘Bellevue’ Carlo Turino un altro incredibile appuntamento con uno degli eventi, ormai, consolidati.
“Il successo di pubblico è scontato – dice -. Soprattutto, per chi è interessato a questa unione musicale. Chi, cioè, ha la sensibilità per capire questo fenomeno. I disabili diventano protagonisti e si divertono moltissimo. Per un giorno – chiosa Turino – non sono badati, ma liberi di esternare il loro valore”, conclude.-

di S.L.

Categoria: