elezioni caccia

Una seguace di Diana eletta presidente dei cacciatori valdostani.

Una seguace di Diana eletta presidente dei cacciatori valdostani.
Con 610 voti Elena Michiardi si è aggiudicata l'elezione alla presidenza dei 1.400 cacciatori iscritti al Comitato Regionale per la Gestione Venatoria. Per la prima volta gli appassionati di questa disciplina hanno cambiato il corso di questa associazione.

AOSTA. Svolta epocale all’interno del Comitato Regionale per la Gestione Venatoria. Per la prima volta nella storia di questo sodalizio è stata eletta una donna alla presidenza: Elena Michiardi, tecnico faunistico, libera professionista e cacciatrice di ungulati dal 2004. Seicento e dieci cacciatori sui 1.400 iscritti hanno scelto una ‘lady’ convinti di come una esperta del settore a livello tecnico possa gestire questa disciplina con la competenza che si conviene.
“Il mio impegno prioritario è indirizzato alla realizzazione del calendario venatorio - esordisce -. Questo documento annuale è in preparazione e, al momento, non penso sia opportuno anticipare nulla”.
Lo stesso concetto lo esprime per quanto attiene alle possibili innovazioni da apportare alla caccia. “Mi piacerebbe – confessa -. Ma ritengo prematuro avanzare ipotesi se prima non vengono concordate con le varie associazioni ambientaliste e istituzionali”.
Senza remore, al contrario, i suoi commenti di soddisfazione per l’esito delle elezioni avvenute domenica 28. “Una passione nata al maschile – dice -. Ma il vento sta cambiando anche in questo ambiente. D’altronde – ironizza – Diana, la dea della caccia, ci rappresenta al meglio”.
Elena Michiardi ha lavorato per le regioni Piemonte e Valle d’Aosta; nei Centri di Controllo della fauna abbattuta e ha partecipato a vari progetti per la gestione della fauna. “Ho svolto studi, in Valle, relativi all’habitat ideale del cervo”, dice.
Anche Santo Diano, responsabile di Enalcaccia, manifesta il suo assenso per questa elezione. “Una appassionata di caccia e anche un’esperta. L’optimum per il nostro Comitato – dichiara -. Due ‘atout’ fondamentali, in effetti, che hanno convinto molti cacciatori a votarla. La neo presidente si era già presentata in passato ma non era stata eletta”.
Il secondo è Antonio Bogazzi con 406 voti, mentre Alberto Colliard è stato votato da 40 cacciatori. Nelle elezioni sono stati rinnovati, inoltre, gli otto rappresentanti del Consigli di Circoscrizione.

di S.L.

Categoria: