incontro coemm

Arte cinema e turismo d'eccellenza: la promozione del binomio ha riscosso i calorosi applausi del pubblico dell'Auditorium di Nus.

Giacci
L'Auditorium, di Nus, ha accolto l'incontro voluto dai 'vertici' di Coemm, il Comitato Etico Mondo Migliore, fondato da Maurizio Sarlo con un altisonante obiettivo: sconfiggere la povertà a livello mondiale e assicurare una giusta dignità all'Uomo. Ha presentato Maria Cristina Vasini, Referente Provinciale del Comitato.

NUS. Cultura, emozioni, sensazioni. Questi i ‘profumi’ che hanno pervaso l’ambiente creato dall’incontro organizzato, nel salone dell’Auditorium di Nus, dai promotori di Coemm, il Comitato Etico Mondo Migliore, progetto fondato da Maurizio Sarlo.
Un pomeriggio di grande interesse se rapportato alla vocazione prioritaria della Valle d’Aosta: il Turismo, settore trainante dell’economia e di notevole importanza per un welfare qualitativo.
Con ‘L’arte cinematografica per l’eccellenza turistica’, Vittorio Giacci, critico cinematografico di fama mondiale, ha avvinto la qualificata e folta platea con il suo appassionato ‘exursus’ sulla funzione sociale e istruttiva del cinema. “Un’arte – ha affermato – da anni sacrificata dall’industria cinematografica in nome di un business senza confini”.
La passione per questo settore, da sempre ‘colonna portante’ delle generazioni del pianeta, ha amplificato la ‘verve’ di Giacci, entusiasta di veicolare fra i presenti l’efficacia “dell’immagine in movimento – ha sottolineato – dell’emozione indotta da un film, tramite ideale per immedesimarsi in qualsiasi situazione e coglierne l’essenza, il significato, gli effetti, il coinvolgimento”.
Malia del grande schermo! Il fascino di una realtà resa palpabile dalle proiezioni cinematografiche. “L’Italia – ha ricordato l’illustre esperto – primeggia in questo settore. E’ il momento giusto per ricollocare il cinema nel suo giusto, importante spazio. Riconsiderarlo come opportunità culturale, oltre che strumento di aggregazione sociale e crescita collettiva”, ha detto.

Dalla magia del cinema ai poteri della mente. Lo sanciscono i contenuti del progetto Coemm. Una autentica ‘lectio magistralis’ studiata per assicurare la Resurrezione della Terra e restituire dignità all’Uomo.
Argomenti di spicco esposti, con mirabile competenza, da Maura Luperto, presidente del Comitato Etico Mondo Migliore. Un universo trasferibile nella mente di ognuno di noi. “La nostra mente – ha spiegato – ha il potere di materializzare ciò che le nostre emozioni più profonde dettano”. Ha, quindi, esemplificato: “Se viviamo nella paura di perdere, perderemo. Se viviamo con la rabbia attireremo situazioni in cui ci arrabbieremo”. Ecco, allora, la relatrice impegnata nel far interiorizzare al pubblico dell’Auditorium il concetto base che, più di ogni altro, valorizza i poteri della mente: “Se noi utilizziamo il potere creativo della nostra mente per realizzare i nostri sogni più belli – ha evidenziato Maura Luperto – diventiamo gli invincibili creatori della nostra realtà. Dobbiamo soltanto prenderne consapevolezza”, ha sottolineato nelle sue conclusioni.

Coemm ha istituito il CTS 7 A, ovvero il Comitato Tecnico Scientifico 7ma Arte, di cui Vittorio Giacci è il referente Internazionale. Lo ha annunciato Maurizio Sarlo, illustrandone l’essenza: il contributo alla crescita evolutiva “attraverso momenti cinematografici, di aggregazione e di condivisione”.
Un ‘vis à vis’ molto atteso da chi intravvede nel progetto Coemm, unico al mondo, ad oggi, una svolta significativa della propria vita: Un cambiamento epocale foriero di quel benessere perduto in una società ‘matrigna’, indifferente alle necessità prioritarie dei suoi ‘figli’.
Il ‘Quid’ proposto dal suo ideatore Sarlo ha richiesto tempi di illustrazione lunghi, ma indispensabili per rinverdire la memoria degli iscritti ai ‘salotti’ e illustrarlo ai neofiti.
Quella ‘carta’ voluta per abbattere le barriere dell’indigenza e permettere una ripartenza in grande stile, come si conviene in un Mondo Migliore
‘NoiSì’ dovrà essere utilizzata in maniera coerente rispetto alle indicazioni economiche del progetto. “Una corretta informazione – ha ripetuto Maurizio Sarlo – ci consente di operare le scelte più sane e opportune nei vari ambiti della nostra esistenza. Dall’alimentazione, alla tecnologia, dall’istruzione all’agricoltura, dalla Sanità all’edilizia”, ha concluso.

di S.L.

Categoria: