medicina estetica

La Bellezza diventa 'amica' senza tempo nello studio Egomedica.

Lo studio medico 'Egomedica', in località Autoporto, a Pollein, offre l'opportunità di avvalersi di trattamenti medico-estetici con apparecchiature ultramoderne, utilizzabili per curare gli inestetismi di viso e corpo. Terapie di ultima generazione praticate da Annita Prezzavento,medico specialista in varie discipline, fra cui la medicina estetica.

AOSTA. La continua ricerca dell’armonia fra corpo e mente avvince l’umanità da tempi immemorabili. Il grande desiderio di raggiungere un equilibratoconnubio e una ideale sintonia fra materia e spirito entusiasma, da sempre, chi considera il benessere fisico strettamente collegato ad una congrua salute mentale.
Suggestioni, meravigliosi traguardi, orizzonti ottimali messi a disposizione dalla Neuroscienza, riconosciuta negli Anni Novanta ed elevata a rango di specializzazione per lo studio di un buon equilibrio psico-fisico.
“Finalmente è stata riconosciuta e conclamata nella sua validità - dice Annita Prezzavento, medico, specialista in psiconeuroimmunologia -. Il senso olistico di un individuo è inscindibile e imprescindibile. Noi siamo il nostro cervello. Anzi - puntualizza - i nostri cervelli”. Si sofferma su un concetto ancora in fase di studio: “L’intestino lo possiamo considerare un altro cervello. Affascinante capitolo della medicina che ha reso l’uomo consapevole nella sua interezza”, sottolinea la dottoressa Prezzavento specializzata anche in medicina interna ,medicina estetica, angiologia medica, terapia antalgica e riabilitazione fisioterapica. Ha allestito lo studio in località Autoporto, 33, a Pollein. Questi i contatti: mail egomedica@gmail.com; telefono 3492975581.

A che punto sono gli studi del settore?

“Il ‘mare magnum’ degli studi sulle Neuroscienze è in continua e rapida evoluzione - risponde -. Approfondimenti di notevole entità che ci permettono di conoscere e comprendere fenomeni psicofisici fino ad oggi conosciuti in termini approssimativi”.

Quali malattie si potranno conoscere e curare con le Neuroscienze?

“La mia speranza - chiosa Annita Prezzavento - pone al centro un obiettivo di fondamentale importanza.
La conoscenza e la cura di patologie causate da malattie psichiche molto compromettenti per la fisiologia dell’uomo”.
La richiesta di esemplificare quanto illustrato offre alla psiconeuroimmunologa l’opportunità di snocciolare esempi di infermità di difficile correlazione psicologica.
“Malattie professionali - sottolinea -. Ovvero problemi dovuti all’insoddisfazione occupazionale. Salute compromessa anche in presenza di difficoltà di qualunque interazione fra persone. Il tutto porta al distress”.
Chiarisce la differenza con il termine stress. “Non è mai negativo quest’ultimo” - spiega -. E’ piuttosto una forza incentivante, positiva. Quasi sempre la parola stress viene usata in modo errato”, ribadisce.

Ed ecco un altro dei soggetti di incredibile interesse a cui si dedica con grande passione l’eclettica dottoressa Prezzavento: la medicina estetica, settore che identifica con un suo slogan: ‘Il piacere di piacersi’.
“E’ il mio motto - ripete -.Una sorta di ‘liaison’ verbale con i miei pazienti ai quali non mi stanco mai di dire che la medicina estetica non deve alterare, ma migliorare e valorizzare l’esistente, aumentando l’autostima”.

Già, la stima di se stessi. Non c’è età, sesso, posizione sociale, censo, altisonanti titoli di studio che garantiscano una buona considerazione del proprio ‘io’ e, quindi, la serenità esistenziale.
Le cronache ci informano, con cadenza giornaliera, di quanto la mancanza di apprezzamento della propria persona possa determinare situazioni di grande torpore mentale, di distacco da qualsiasi hobby, di penalizzante isolamento.
Ritorna, a questo punto e in maniera prepotente, la massima coniata dalla dottoressa Anita Prezzavento: ‘Il piacere di piacersi’.

Quali interventi vengono richiesti con maggiore frequenza?

“Innanzitutto, quelli riguardanti il viso. I filler, in primis, per contorno labbra, per ridurre le rughe - illustra la specialista -. I fili di sostegno che danno risultati ottimali e durevoli. E, poi, i peeling, la mia vera passione. Con questo lieve intervento realizzato, come gli altri, nel mio ambulatorio riesco sempre a ridare il sorriso alle mie pazienti. Il peeling è un vero e proprio ‘elisir’ di giovinezza per la pelle”, ricorda.
Addio alle adiposità localizzate e alle celluliti con l’Opaf, dispositivo di ultima generazione ideale insieme alla radiofrequenza e al linfodrenaggio.
“Vorrei precisare che utilizzo le mie apparecchiature elettromedicali anche per uso antalgico e fisioterapico.”

La fasce di età dei suoi pazienti?

“ Giovanissimi per la cura dell’acne e delle cicatrici conseguenti - informa la dottoressa -. Dai 25 in poi pratico un po’ di tutto: dalla sclero terapia per le teleangectasie, alla cura di viso e collo, cure per il corpo contro la cellulite, adiposità, rilassamenti cutaneo e molto altro.”

La ‘febbre’ di piacere colpisce, sempre di più, anche gli uomini.
“Il trenta per cento dei miei pazienti è costituito da maschi felici di ricorrere all’estetica per depilarsi il tronco, attenuare le rughe e rivitalizzare il viso. Tanto quanto le donne. Con una differenza - sottolinea la dottoressa Annita Prezzavento. Scelgono orari meno affollati. Il loro segreto di bellezza non deve essere ‘svelato’”, conclude.

di SANDRA LUCCHINI