Institut Agricole

Latte vaccino e frutta 'dieci stelle': a maggio si potrà gustare il 'gelato agricolo' prodotto dall'Institut Agricole Regionale

Latte vaccino e frutta 'dieci stelle': a maggio si potrà gustare il 'gelato agricolo' prodotto dall'Institut Agricole  Regionale
Novità per i veri gourmands: nei laboratori dell'Institut Agricole Regionale è in fase di preparazione il 'gelato agricoloì', una prelibatezza lavorata con ingredienti ad alta genuinità: il latte delle mucche de La Cascina, di Montfleury e frutta di aziende italiane specializzate.

AOSTA. La Valle dei Quattromila d’Europa, degli eterni ghiacciai, dei pascoli verdeggianti lancia sul territorio regionale il ‘gelato agricolo’, ‘la glace agricole’, prelibato dessert per i palati più esigenti.
Il prodotto è in fase di preparazione nei laboratori dell’Institut Agricole, qualificati, di recente, dall’acquisto del mantecatore, il dispositivo indispensabile per conferire la giusta cremosità al latte, la base di questo prossimo gelato. Verrà immesso sul mercato a maggio e sarà venduto, in esclusiva, nello spazio commerciale de ‘La Cascina’ dell’Institut, a Montfleury.
“I nostri tecnici lavoreranno solo il latte delle nostre mucche alimentate con l’erba dei nostri prati - esordisce Andrea Barmaz, dirigente dell’Institut e responsabile dei settori Alimentare e Sperimentazione -. Non lo venderemo né sfuso, né in coppa, ma in vaschette uso famigliare, in plastica, con un contenuto di poco inferiore ai cinquecento grammi.”
E la squisitezza di questo gelato ‘ad alta quota’ consisterà anche nella varietà dei giusti. I classici cioccolato, vaniglia, crema, nocciola, fiordilatte, saranno impreziositi e ampliati con i sapori della frutta. Prodotti di qualità a tutela della salute dei consumatori e della conservabilità.
“Abbiamo sottoscritto accordi commerciali con ditte specializzate dell’Emilia Romagna - sottolinea Barmaz -. Aziende conosciute, a livello internazionale, per la loro serietà professionale”. Accenna ad alcuni passaggi della preparazione di uno degli alimenti più consumati nel mondo. “Verrà preparata una purea di frutta - dice -. Si tratta di semilavorati sottoposti a lavorazioni molto complesse da aggiungere, poi, al nostro gelato. La varietà dei gusti dipenderà anche dalle preferenze manifestate dai nostri clienti. Che potranno servirsi in completa autonomia dalla vetrina frigo posta all’interno della ‘Cascina”.
A questa dolcezza del palato se ne aggiungerà, in contemporanea, una seconda della stessa linea: il gelato con base yogurt a cui verranno aggiunti gli stessi gusti.
Ancora Andrea Barmaz: “Lanceremo anche il ‘frozen yogurt’. Intendiamo offrire una gamma più vasta di questo alimento molto piacevole e di ottima digeribilità”, chiosa.
Il dirigente di alcuni dei settori dell’Institut Agricole, autentica ‘fucina’ di professionalità nel campo agrario, tiene a sottolineare un obiettivo fondamentale: la diversificazione dei prodotti per assicurare nuovi orizzonti agli studenti.
“La lavorazione e commercializzazione della fontina rimangono vere e proprie ‘colonne’ del mercato - puntualizza Barmaz -. Siamo un’azienda didattica e come tale ci prodighiamo per dare ai ragazzi altri strumenti adeguati a promuovere nuove linee di prodotti da immettere in mercati nazionali ed esteri”, conclude.

di SANDRA LUCCHINI